Windows 10…Back to the Future!

Windows 10

Joe Belfiore presenta Windows 10

I primi rumors erano iniziati dal blogger Paul Thurrot di “Supersite for Windows“. Anche se non c’era ancora nulla di ufficiale, la notizia di un nuovo sistema operativo Microsoft si era già estesa a macchia d’olio.

Il nome, lo abbiamo scoperto solo ieri, era sbagliato, ma per il resto le anticipazioni erano corrette…e anche gli intenti sospettati: riconquistare gli utenti.

Poi il 1 ottobre 2014, data astrale, è stato finalmente presentato Windows 10 (sì 10, perché a quanto pare le modifiche erano talmente tante che hanno deciso di saltare il numero 9). La casa di Redmond non si è fermata alle sole parole, ha lasciato che gli utenti mettessero le mani su una versione di prova, la Tech Preview, ovviamente specificando solo per “veri esperti”. Only the brave.

Quali sono i vantaggi? Avrete a disposizione in anteprima una versione non finita del OS e la possibilità di inviare direttamente a casa Redmond le vostre opinioni: così la versione finale del prodotto avrà anche l’impronta degli utenti. Un’occasione da non perdere ;)

Prima di illustrarci le (presunte) novità, Joe Belfiore, responsabile della progettazione, ci tiene a sottolineare che il design e la grafica dell’interfaccia sono appena un abbozzo, e che Win X si appresta a invadere smartphone, tablet, pc e Xbox. Infatti Microsoft afferma di essere sulla soglia di una nuova era (“threshold”), e di aver creato un nuovo sistema operativo che va bene su tutti i dispositivi (“con schermo o senza, dotati di touchscreen o no, portatili, cellulari o surface, che li usiate con la penna, con il mouse o con le mani”), e Windows 10 vuole essere il punto di riferimento di tutti gli utenti, un’interfaccia fatta a misura per ogni device.

Vi proponiamo un riassunto della video presentazione, così vi evitiamo anche la visione del ciuffo di Joe Belfiore!

Dunque, ci sono 6 presunte novità per ora (o quelle che noi chiamiamo “il ritorno dei morti viventi…”):

1-      TASTO START. Erano molti gli utenti che agognavano un suo ritorno. E ora avranno anche la possibilità di personalizzarlo con dei Live Tile

2-      SEARCH BAR. Riappare anche la “search bar”, sia nello “start menu” che nella “task bar” ma con ricerca ampliata al web. Ora se vogliamo proprio essere puntigliosi anche questa non è si può considerare “novità”

3-      APP STORE, grande novità della versione 8, non è più un’app, ma si comporterà esattamente come un programma desktop: la potrete Ingrandire, rimpicciolire, spostare, ridimensionare e chiudere con un solo clic (esattamente come si faceva prima)

4-     MULTITASKING: ecco forse la prima vera novità di questo sistema operativo. Potrete aprire e affiancare fino a 4 app nello stesso desktop, e Windows vi dirà addirittura come ottimizzare lo spazio lasciato libero

5-      “TASK VIEW”…questo resta un vero mistero per noi. Cosa ha che non va il buon caro vecchio Alt+Tab…a cosa mi serve un bottone specifico? E qui apriamo un dibattito.

6-      DESKTOP VIRTUALI: ovvero la possibilità di lavorare su più desktop contemporaneamente. Una funzione già vista su Unix o Mac che in effetti mancava al sistema operativo di casa Redmond

Novità (presunte e non) a parte, Windows 10 (che noi chiameremo affettuosamente WinX da questo giorno) salvo imprevisti, verrà commercializzato nella prima metà del 2015, e se sei uno sviluppatore è possibile che ci finiscano dentro anche i tuoi frutti.

leave your comment

*