Ultimo arrivo in casa Microsoft: lanciato il nuovo Surface Pro 4

Surface pro 4

 

Sta per finire il conto alla rovescia per quanti non vedono l’ora di testare il nuovo Surface Pro 4, disponibile per ora in pre-ordine sullo store online Microsoft, con consegna prevista tra la seconda metà di novembre e i primi giorni di dicembre.

6 le configurazioni disponibili con prezzi che partono da poco più di 1000 € per la versione di base, arrivando a circa 2500 € per quella “full option”:

  • processore Intel Core m3, 4 Gbytes di memoria RAM, SSD da 128 Gbytes
  • processore Intel Core i5, 4 Gbytes di memoria RAM, SSD da 128 Gbytes
  • processore Intel Core i5, 8 Gbytes di memoria RAM, SSD da 256 Gbytes
  • processore Intel Core i7, 8 Gbytes di memoria RAM, SSD da 256 Gbytes
  • processore Intel Core i7, 16 Gbytes di memoria RAM, SSD da 256 Gbytes
  • processore Intel Core i7, 16 Gbytes di memoria RAM, SSD da 512 Gbytes

Sono grandi le aspettative create da casa Microsoft intorno al Surface Pro 4 e, questa volta, la sfida con il suo più diretto predecessore sarà davvero ardua, visto il notevole successo ottenuto dal Pro 3 a quasi un anno e mezzo dal lancio.
Il nuovo ibrido Microsoft è interamente progettato sulla base di due punti cardine: ottenere il massimo rendimento da Windows 10 – è il primo dispositivo prodotto nativamente con il nuovo sistema operativo – e potenziare le caratteristiche del precedente Surface Pro 3.
Apparentemente simile nell’aspetto, il nuovo modello, che assicura la totale compatibilità con gli accessori della precedente versione come la Type Cover e la Docking Station, presenta un desing più sottile (292.10 x 201.42 x 8.45 mm) che non contribuisce, tuttavia, a diminuirne il peso complessivo (compreso tra i 766 e i 786 grammi).
Il display da 12.3 pollici con risoluzione di 2763 x 1824 pixel e densità di 267 PPI, utilizza la tecnologia PixelSense, assicurando un elevatissimo livello di contrasto con riflesso ridotto. Aumenta anche il livello di protezione del vetro del touch screen, il nuovissimo Gorilla Glass 4 (4 mm di spessore).
Ma il grande balzo in avanti, Surface Pro 4 lo compie al livello hardware, grazie all’inserimento di processori Intel Core m3, i5 o i7 di sesta generazione, in grado di supportare dischi SSD sino a 1 TB. Con orgoglio Microsoft, durante la presentazione del prodotto, fa sapere che il dispositivo è risultato più potente del 30% rispetto al Surface 3 e del 50% rispetto all’Apple Mac Book Air.
Le ripercussioni positive sono evidenti anche sulla durata della batteria che, in fase di test, ha raggiunto le 9 ore di uso continuativo.
Lato software le innovazioni da sottolineare riguardano soprattutto l’integrazione delle funzionalità di Windows 10 e quindi la capacità di supportare le ultime tecnologie come Windows Hello, il sistema di autenticazione biometrica con riconoscimento dell’iride o delle impronte digitali, la possibilità di gestione vocale grazie a Cortana e l’integrazione di servizi come OneDrive e Office 365.
Belle le premesse, non resta che attenderne l’arrivo per sperimentarlo!

 

 

 

 

  • No Related Post

leave your comment

*