Windows 10 – Intervista rivelazione di Cortana, assistente digitale.

Windows10 Tech PReview

Windows10 Tech PReview

Allora facciamoci coraggio, e parliamo di Windows 10: il sistema operativo rilasciato in versione Tech Preview qualche settimana fa da Microsoft. Torniamo sull’argomento dopo averlo provato per qualche settimana, e sebbene ci costi fatica, parlarne è un nostro dovere.

Tutta quell’ambiguità sul nome (dal fantomatico “Threshold” a Window 9, e poi scegliere Windows 10) si è rivelata essere solo una mossa astuta: ha fatto sì che la gente morisse di curiosità, ma alla fin fine, dietro, non si nascondeva nessun mistero.

Ma non tutto è da buttare (come dicevamo nel nostro precedente articolo). E ve lo spiega in questa intervista la Signora Cortana, assistente digitale ufficiale di Windows.

Allora signora Cortana.

Signorina, prego.

Sì, scusi. Allora Signorina Cortana, quali sono le sue prime impressioni dall’interno della piattaforma?

La grafica si presenta molto simile a Win8/8.1. Non è male, ma da una versione 10 che salta la 9 perché è rivoluzionaria, mi sarei aspettata di più. Tuttavia, secondo la mia virtuale impressione, le animazioni (ad esempio il passaggio dalla minimizzazione alla massimizzazione delle finestre) sono molto più fluide di prima.

Può darsi che mi sbagli, signorina Cortana, ma ho notato una certa esitazione quando prima (nel backstage, ndt) parlava del Grande ritorno per il tasto Start?

Rivedere il tasto Start mi fa davvero un grande piacere. Anche se comunque gli sviluppatori non hanno voluto rinunciare ai tile e ce li hanno affiancati: sono il segno distintivo di Microsoft degli ultimi anni e non li temo. Di certo se non ci fossero stati, non mi sarebbero mancati…

Piuttosto, se devo proprio ammettere, mi turba il pulsante “Ricerca” vicino allo Start, me ne sfugge l’utilità! E graficamente la finestra che si apre fa particolarmente pena. Per il momento è bocciata.

Si vuole prendere una pausa? La sento irritata…

Non ho fame e non ho sete. Mi lasci continuare, la prego. Dunque dicevo? Ah, sì. Il pulsante “Task View “probabilmente è utile per l’utente medio: adesso con un solo click si può vedere lo schema delle finestre attualmente aperte. Ma io uso “Alt+Tab”, come quasi tutti quelli che sanno cos’è.

Signorina Cortana, guardiamoci negli occhi: c’è qualcosa che l’abbia davvero entusiasmata?

Sì. La possibilità di utilizzare Desktop multipli. Posso creare due, tre o quattro desktop diversi aprendo su ognuno diverse finestre e diversi programmi. A volte risulta molto utile per organizzare le centinaia di attività che proviamo a portare avanti contemporaneamente, oppure per nascondere velocemente al capo la pagina di facebook che stavamo leggendo invece di lavorare. Decisamente la novità più interessante fino a questo momento!

Sì, davvero interessante. Può dirci altro?

Io nulla: è lei che parla.

Bè, stavamo ancora vagliando le novità…

Ah sì, dunque a mio parere un’altra bella trovata è la “Touch Keyboard” abilitabile anche sui dispositivi non-touch. Probabilmente abbastanza inutile per i più, ma a me in qualche situazione avrebbe fatto comodo…

È soddisfatta dell’ergonomia?

Direi di sì, il passaggio da 8/8.1 è stato praticamente indolore. E per chi vive ancora sul 7 non dovrebbe riscontrare grossi problemi, visto che è stato ripristinato anche il tasto Start.

Aggiungerei che anche il supporto alle applicazioni di terze parti sembra ormai consolidato, e non credo esistano più applicazioni che funzionino sul 7 e non su 8/8.1.

Insomma Windows 10 sembra confermare la stessa tendenza: ho l’impressione che il core del sistema operativo sia ormai decisamente solido e per questo non subisca più modifiche da una versione all’altra. Ma cambiano soltanto la grafica e le funzionalità che vengono esposte al di sopra del core.

Senta, signorina Cortana: questa ultima affermazione mi dice una agghiacciante realtà…

Che sublime diplomatico. E’ vero. In questo senso Windows 10 sembra l’8 tornato dopo una rinoplastica, così come, per certi aspetti, l’8 è stato un restyling del 7, almeno dal punto di vista dell’utente finale. E anche per me non ci sono stati cambiamenti sostanziali da 7 a 8.

Siamo quasi alla fine. Vorrei solo chiederle le sue impressioni finali, ecco.

Dal punto di vista delle prestazioni, non ho riscontrato alcun tipo di problema. Anzi il sistema sembra andare più veloce dei precedenti. Ovviamente c’è da considerare che i test sono stati effettuati su un ambiente pulito ed appena installato; sarebbe necessario verificarlo dopo un uso prolungato e intensivo, dopo molte installazioni/disinstallazioni di software di terze parti e anche aggiornamenti di Windows.

I dubbi restano durante il lavoro…

Il confine tra fantasia e realtà è così labile in lei…

La verità è che essere UN SISTEMA OPERATIVO è un modo di esistere, una necessità, la mia stessa vita. Rinunciarvi vorrebbe dire rinunciare alla vita…

leave your comment

*